Sabato al giardino dei Ponti la “Corsa per la pace e i diritti”. Una targa contro il femminicidio

Il passaggio di testimone tra il sindaco Casini e la vicesindaca Beli durante la prima edizione della Corsa per la Pace e i Dirittii nel 2015

“In ricordo di tutte le donne massacrate per mano di chi diceva di amarle, perché le loro storie non affondino nel silenzio, ma risveglino coscienza e civiltà”. È la frase che tra pochi giorni campeggerà su piazza della Pace, nel cuore di Bagno a Ripoli. Una manciata di righe per dire fermamente “No” al femminicidio, riportate sulla targa voluta dalla Commissione comunale per la Pace e i Diritti in segno di solidarietà, impegno e vicinanza a tutte le vittime di violenza, perché nessuna si senta sola, perché l’attenzione e la denuncia riguardano non solo la persona offesa ma tutta la comunità. L’inaugurazione della targa si svolgerà sabato 12 maggio in presenza del sindaco Francesco Casini, in occasione della quarta edizione della Giornata della Pace e dei Diritti, organizzata dalla Commissione.

Un pomeriggio costellato da attività, scambi di esperienze, confronti, momenti di riflessione e divertimento a contatto con le istituzioni, le associazioni del territorio e le scuole, aperto a tutta la comunità. Il programma ha inizio con un incontro tra studenti e insegnanti e medici per proseguire la sensibilizzazione contro la violenza di genere e per presentare i risultati del progetto contro il femminicidio svolto durante lo scorso anno scolastico dalla Commissione Pace e dai Medici per i Diritti umani negli istituti del territorio dal titolo “Maschio per obbligo”. La giornata vedrà svolgersi come da tradizione anche la Staffetta per la pace e i diritti, ospitata al vicino giardino “I Ponti”: ogni partecipante effettuerà correndo o passeggiando un tratto di circa 400 metri, con in mano il testimone di Pace che consegnerà al successore. Di seguito il programma integrale della Giornata che sarà articolata in tre distinti momenti:

  • Ore 15-16.30, Circolo Arci Sma: Incontro con gli studenti, le famiglie e i docenti per la presentazione di un filmato auto-prodotto e la consegna del libretto contenente i lavori dei ragazzi delle scuole medie “Redi” e “Granacci” sui temi della violenza sulle donne e sulla destrutturazione degli stereotipi di genere.
  • Ore 17, piazza della Pace: Inaugurazione targa contro “la violenza sulle donne e non solo”, letture e canti degli studenti dell’Istituto Gobetti-Volta. Sarà presente il sindaco Francesco Casini.
  • Ore 17.30, con i figuranti dell’associazione Alfiere verso il giardino “I Ponti”: “È l’ora della Pace – La Pace va per…Corsa”: staffetta della durata di 60 minuti sull’anello del giardino.
  • In contemporanea: Teatro con gli studenti del Volta-Gobetti, animazione e giochi tradizionali a cura dell’associazione Forse e musica con il gruppo AD-Africadrummer.
  • Al termine condivisione della merenda a cura di Unicoop Firenze.

“Siete tutti invitati a partecipare – dice la presidente della Commissione Pace e Diritti Susanna Agostini -. Sarà una giornata ricca di eventi, con un unico filo conduttore. La dimostrazione di continuità d’impegno tra studenti, insegnanti, famiglie e comunità rivolto alla necessità di fare un salto culturale a salvaguardia del diritto ad una formazione e crescita serena e rispettosa dell’altra e dell’altro. La ricerca del benessere per una comunità che vive in Pace, coesa e solidale, attraverso anche lo stare insieme divertendoci”.

“Una bella giornata di festa e comunità – dice il sindaco Casini – che quest’anno abbiamo voluto dedicare a tutte le vittime di violenza. Alle moltissime donne, in particolare, che hanno perso la vita per mano di chi diceva di amarle. E più in generale a tutti coloro che ogni giorno si battono per rivendicare i valori della pace, dell’uguaglianza e della solidarietà”.

Rispondi