Gli studenti della Redi interrogano sindaco e giunta sui problemi della scuola

Seduta speciale per il Consiglio degli studenti della scuola Redi che, venerdì 11 maggio, alle ore 10, incontrerà il sindaco Francesco Casini e la giunta comunale nei locali della Biblioteca di Ponte a Niccheri. Gli studenti, come fanno i consiglieri comunali, hanno presentato al governo cittadino una serie di interrogazioni e proposte che riguardano i problemi della loro scuola. Una ventina i consiglieri “in erba” della Redi, presenti con un rappresentante per ogni classe, dalle prime alle terze. E ventiquattro saranno i punti all’ordine del giorno, tutti inerenti la vita della scuola e dell’istituto, piccoli grandi progetti per migliorare le aule o gli impianti sportivi, gli arredi e i collegamenti, e tanto altro.

Faccia a faccia con gli studenti, accompagnati dagli insegnanti e dalla dirigente scolastica dell’Istituto “Caponnetto” Maria Luisa Rainaldi, ci saranno il primo cittadino Casini, la vicesindaca con delega al sociale Ilaria Belli, le assessore allo sviluppo economico e alla scuola Francesca Cellini e Annalisa Massari, gli assessori all’urbanistica e ai lavori pubblici Paolo Frezzi ed Enrico Minelli. A guidare la seduta il presidente del consiglio comunale Francesco Conti. Il consiglio sarà aperto al pubblico.

 

Ecco il ricco ordine del giorno al quale sindaco e assessori dovranno dare risposte:

1. Interrogazione sulle cause dei ritardi degli scuolabus.
2. Interrogazione sul funzionamento della gestione del traffico in entrata ed uscita dalla scuola.
3. Interrogazione sulla realizzazione di una pista pedo-ciclabile di collegamento tra la Scuola F. Redi e le frazioni di Antella e Ponte a Ema.
4. Interrogazione sulle competenze delle specifiche Istituzioni nella gestione dell’attività scolastica e di ciò che ne ruota attorno.
5. Interrogazione sulle motivazioni che rendono possibile costruire lungo il fiume Isone in corrispondenza dell’Osma, ma non della scuola.
6. Interrogazione sulle motivazioni per cui è stato scelto di rifare il campo da pallavolo e non quello da calcio.
7. Proposta di sostituire gli attuali bagni “alla turca” presenti nella palestra della scuola Redi con dei bagni normali.
8. Proposta di acquisto di banchi modulari per l’utilizzo di tablet.
9. Proposta di miglioramento della sicurezza del campo da calcio del giardino della scuola Redi – installazione di un manto di erba sintetica.
10. Ampliamento scuola: proposta di realizzazione auditorium.
11. Proposta di rifacimento della rete esterna su via Belmonte e allargamento del cancello per facilitare l’uscita di biciclette.
12. Proposta di spostamento dell’attuale attraversamento pedonale posto davanti al cancello, in nuova postazione adiacente alla pista pedo-ciclabile.
13. Proposta di allargamento del marciapiede che costeggia la scuola lungo via di  Belmonte.
14. Proposta di miglioramento della connessione internet per renderla più veloce.
15. Club degli Studenti: proposta di installazione della ghiaia e dei gazebo.
16. Proposta per il miglioramento degli orari dei mezzi pubblici per renderli più adeguati all’orario scolastico. Specialmente per i residenti fuori Comune.
17. Proposta di dossi artificiali in via di Belmonte nel tratto della scuola per regolare la velocità dei mezzi in transito.
18. Proposta di installazione di rete per proteggere le finestre adiacenti al campo da gioco.
19. Proposta di sostituzione delle reti del campo da calcio.
20. Proposta di installazione di citofoni ai cancelli.
21. Proposta di riparazione perdita di acqua nella classe III F.
22. Proposta di riparazione o sostituzione delle porte dei bagni presenti al primo piano.
23. Proposta di riparazione tende e ventole dove necessario e installazione di arredi da bagno.
24. Proposta di riparazione o sostituzione di parti di arredo scolastico: serrature porte per la chiusura, finestre e avvolgibili dove necessario.

“Una bella opportunità formativa data ai cittadini di domani – dice la dirigente scolastica dell’Istituto “Caponnetto” Maria Luisa Rainaldi -. La possibilità di vivere dal di dentro le istituzioni e impararne il funzionamento, in modo da riuscire a essere propositivi. Le lezioni e gli obiettivi di una cittadinanza partecipe passano anche da qui. Il coinvolgimento dei ragazzi è stato commovente, questo ci stimola ancora di più a riflettere sull’importanza del compito educativo che siamo chiamati a svolgere”.

“L’iniziativa – spiegano il sindaco Casini e il presidente del consiglio comunale Conti – nasce con la volontà di aiutare i ragazzi a comprendere cosa avvenga negli organismi che rappresentano la nostra democrazia. Come funziona un Comune, come funziona il Consiglio, cosa c’è tra la richiesta e la proposta di un consigliere e la sua realizzazione. Un buon modo per avvicinare i giovani cittadini, a cui domani spetterà il compito di governare, alle istituzioni, ai meccanismi di dialettica che ne stanno alla base. Per questo partiamo dalla ‘Redi’ per poi replicare a settembre con gli alunni della ‘Granacci’, con l’obiettivo di creare un appuntamento annuale con il Consiglio degli studenti”.

Rispondi