FestAmbiente coinvolge le scuole Granacci, Marconi e Michelet (domani e sabato 6)

Parchi, giardinetti, piste ciclabili, argini del fiume: spazi verdi in adozione a Bagno a Ripoli per essere ripuliti dai cittadini con la nuova edizione di FestAmbiente. La due giorni dedicata ai temi dell’ecologia torna venerdì 5 e sabato 6 ottobre con tante iniziative aperte a tutta la comunità e alle scuole. Domani, nella giornata di apertura i bambini della scuola media “Granacci”, nel capoluogo, muniti di bastoncini raccogli-cartaccia, guanti e sacchetti, puliranno il giardino interno della scuola. Gli alunni della primaria “Marconi” di Grassina invece faranno visita all’ecostazione di Alia a Campigliano per una lezione speciale sul ciclo dei rifiuti e le buone pratiche del riciclo. La giornata del sabato coinvolgerà invece i bambini della primaria “Michelet” dell’Antella e dalle 10 tutta la popolazione è chiamata a raccolta per ripulire con ramazza e buona volontà da cicche, lattine e non solo, una serie di luoghi diversi sul territorio presi “in adozione”. Chi volesse aderire, singolarmente o in gruppo, è pregato di comunicarlo all’indirizzo: ambiente@comune.bagno-a-ripoli.fi.it. In questo modo potrà ottenere l’apposito kit per la pulizia preparato dal Comune.

Alle 16.30, la premiazione dei cittadini “gran conferitori” al centro di Campigliano. Il sindaco Francesco Casini e l’assessore all’ambiente Enrico Minelli daranno un omaggio a quasi 500 “ricicloni” ripolesi che nel corso del 2017 si sono distinti per il conferimento dei rifiuti all’ecostazione, un impegno nelle buone pratiche che è valso loro uno sconto sulla bolletta della Tari dal 20 al 30% sulla parte variabile dell’imposta. FestAmbiente si svolge in collaborazione con Alia spa e la sezione Soci coop a Bagno a Ripoli.

“L’attaccamento al proprio territorio è fatto anche di piccoli gesti, come togliere una cartaccia da terra, raccogliere una lattina e buttarla nel cestino – dicono Casini e Minelli –. La due giorni di FestAmbiente nasce proprio per condividere con i cittadini questi basilari valori di civiltà, con particolare attenzione ai più piccoli che saranno i cittadini di domani. Il nostro Comune cerca di dare il buon esempio con i fatti: dal “porta al porta” alla differenziata, dalle piste ciclabili all’illuminazione pubblica a Led. Così come sono un esempio da seguire i super-conferitori che premieremo sabato, che con le buone pratiche del riciclo fanno bene all’ambiente e anche al proprio portafoglio”.

Rispondi