Lo “Stop” c’è ma non si vede: occhio all’incrocio-trappola

L’incrocio tra via del Cerreto e via di Pulicciano: il cartello di stop in alto a destra è praticamente invisibile mentre sull’asfalto manca la segnaletica orizzontale che invece è stata rirpistinata su via di Lappeggi (la strada di fronte)

Il segnale di “Stop” c’è ma non si vede. Ed è completamente assente la segnaletica orizzontale. Così l’incrocio tra via del Cerreto, strada sterrata classificata come vcinale ad uso pubblico, con via di Pulicciano è a rischio incidenti con susseguenti controversie. Il cartello di “Stop” per chi procede su via del Cerreto è completamete coperto dalle fronde di un albero, distinguerlo è un’impresa. Tanto più di notte in assenza di illunìminazione.

Sui pochi metri d’asfalto, che nel trato finale prendono il posto dello sterrato, la segnaletica non è stata ripristinata. Nelle scorse settimane sono state riasfaltate via di Pulicciano e via di Lappeggi e anche gli ultimi metri di via del Cerreto. Ma mentre su via di Lappeggi si è provveduto anche a ridisegnare ben visibile lo “Stop” sul selciato, in via del Cerreto niente. E siccome il cartello è reso invisibile dalla frasche, chi percorre quella strada può pensare, all’incrocio con via di Pulicciano, di avere la precedenza sui veicoli che arrivano dalla sua sinistra. Ma così non è. In queste condizioni l’incrocio, che avrebbe bisogno anche di uno specchio per migliorarne la sicurezza, si è trasformato in una trappola.

1 Commento

Rispondi