Quattro ladri catturati dai carabinieri di Grassina dopo un inseguimento

Presi con le mani nel sacco. I carabinieri della stazione di Grassina, in collaborazione con quelli di Bago a Ripoli e del Galluzzo, hanno arrestato, ieri mattina, due pregiudicati albanesi, ventenni, che avevano rubato tute di marca dal negozio Universo Sport di Ponte a Ema. Altri due, di cui uno minorenne, sono stati denunciati a piede libero.

I due albanesi sono entrati nel negozio verso l’orario di chiusura. Contando sulla distrazione delle commesse hanno preso capi di abbigliameto, sono entrati nei camerini di prova, hanno tolto le placche anti taccheggio e hanno indossato le tute sotto i propri abiti. Poi, con tranquillità, come normai clienti, si sono avviati verso l’uscita. La maovra, per, non è passata inosservata, anche perché ad uno dei due ladri è caduta una placca anti taccheggio. Unacommessa si è insospettita, è entrata nei camerini e viste le gucce appese ma vuote, ha capito cosa era accaduto e ha dato l’allarme. I due albanesi, che all’esterno erano attesi da alti due complici sono fuggiti verso via del Crocifisso.

Il titolare di Universo Sport ha chiamato il 112 e dato la descrizione dei malviventi. La chiamata è stata girata ai carabinieri di Grassina che erano in zona. In collaorazione con altre due pattuglie hanno perlustrato la zona individuando i quattro sospetti vicini al distributore Q8. E’ così iniziato un inseguimento a piedi che si è concluso in via Fortini. I due che avevano ancora la refurtiva addosso sono stati arrestati, gli altri due denunciati. Stamani il giudice ha convalidato l’arresto e i due ladri sono stati trasferiti nel carcere di Sollicciano.

Rispondi