Cecilia Strada e Pape Diaw al Gobetti-Volta per celebrare i 70 anni della Dichiarazione universale dei diritti umani

Bagno a Ripoli festeggia con Cecilia Strada i settant’anni della Dichiarazione universale dei diritti umani. Martedì 11 dicembre, all’indomani dell’anniversario del documento sui diritti della persona adottato all’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre del 1948, la ex presidente di Emergency Cecilia Strada, figlia di Gino Strada, sarà all’istituto Gobetti-Volta per la conversazione “I diritti umani e i conflitti di oggi” aperta a tutta la popolazione (sala Perini, ore 17). L’iniziativa è organizzata dalla Commissione per la Pace e i Diritti del Comune di Bagno a Ripoli.

Accanto a Strada, da sempre impegnata nell’attività umanitaria con Emergency, che offre cure mediche e chirurgiche gratuite alle vittime della guerra, sarà presente Pape Diaw, uno dei portavoce della comunità senegalese in Toscana ed esperto di tematiche legate all’immigrazione e alla convivenza tra culture. All’iniziativa porteranno il saluto dell’Amministrazione comunale la vicesindaca Ilaria Belli e la presidente della Commissione Pace Susanna Agostini. Il dibattito sarà coordinato dalle rappresentanti della Commissione Pace. Ai presenti saranno consegnati i trenta articoli che compongono i valori fondanti della Dichiarazione. Cecilia Strada sarà presente all’istituto superiore ripolese anche durante la mattina di martedì, ma l’incontro in questo caso è riservato agli studenti.

 

Rispondi