“Speciale ampliamento A1”: dubbi e risposte. Mercoledì incontro pubblico con sindaco e tecnici di Autostrade

progettoCi siamo: fra tre giorni, mercoledì 13 aprile, alle 21.15, alla Casa del popolo di Osteria Nuova, andrà in scena “Speciale Autostrada”, così il sindaco Francesco Casini ha battezzato la nuova tappa del ciclo “Dire-Fare-Condividere”. E’ un incontro aperto a tutta la cittadinanza, chiesto in Consiglio comunale da M5S e Cittadinanza attiva, con possibilità di intervenire e fare domande, sul tema della realizzazione della terza corsia dell’A1 e in particolare sulla scelta di utilizzare circa un milione e mezzo di metri cubi di terre e rocce di scavo per “rimodellare” la valle dell’Isone.

Il progetto di Società Autostrade ha sollevato un vespaio di polemiche per il pesante impatto ambientale che comporta, tanto che i tecnici del Comune hanno preparato un documento di 13 pagine nel quale si sollevano dubbi e perplessità e si indica una serie di prescrizioni per mitigarne gli effetti negativi. Saranno presenti anche i tecnici di Autostrade che illustreranno i dettagli dell’intervento (si spera senza monopolizzare tutto il tempo come è accaduto in altre occasioni) e risponderanno alla popolazione.

Sarà probabilmente l’ultima occasione per i cittadini di chiedere spiegazioni e far sentire la propria voce prima del via definitivo ai lavori. Il 22 aprile è convocata la Conferenza dei servizi per l’esame dell’ultimo “pezzo” di progetto, quello relativo alla zona del San Donato. Se il parere sarà positivo partirà l’iter amministrativo dell’appalto, che avrà tempi brevi perché l’ampliamento autostradale sarà affidato alla Pavimetal, impresa controllata dalla stessa Società Autostrade. Entro un anno l’apertura dei cantieri.

1 Commento

  1. buonmasera francesco,
    per caso, sai se il tour del sindaco “Dire-Fare-Condividere” prevede anche uno “Speciale Mondeggi” per capire una buona volta la posizione dell’amministrazione nei confronti della volontà della Città Metropolitana di vendere, e di vendere la vecchia azienda in 4 pezzi?
    ciao
    Rioberto

Rispondi