Ciclovia e attraversamenti pedonali sull’Arno: Bagno a Ripoli chiede idee a imprese e privati. Caccia a finanziamenti europei

Il Comune di Bagno a Ripoli, insieme a quelli di Fiesole, Pontassieve e Rignano sull’Arno, nell’ambito del programma europeo Urban innovative actions (Uia), intende presentare una proposta progettuale sulla linea “Urban mobility”.
La proposta ha come suo fulcro ed elemento di continuità tematica, operativa e territoriale il fiume Arno e prevede:
– la realizzazione di una ciclovia dell’Arno nell’area a sud est di Firenze al fine di ridurre l’uso del mezzo privato e le conseguenti emissioni inquinanti, e al contempo promuovere il cicloturismo;
– la progettazione di interconnessioni ed integrazione tra la ciclovia, i tracciati collinari esistenti, i mezzi di trasporto pubblico ferro – gomma e la navigabilità riservata al trasporto di persone attraverso: realizzazione di punti di attraversamento ciclopedonali da sponda a sponda (passerelle, chiatte, ecc), che colleghino luoghi strategici per l’integrazione tra sistemi diversi di mobilità sostenibile; creazione di approdi e scivoli finalizzati alla navigabilità del fiume; predisposizione di hub pubblici, dotati di sistemi di ricarica ad energia solare, che facilitino l’uso, anche sotto forma di sharing, di e.bike e/o altri mezzi similari, e la formazione di spazi dedicati allo scambio intermodale fra infrastrutture e servizi di mobilità pubblica (ferro e gomma); realizzazione di applicazioni web gis-based accessibili dai dispositivi mobili e da apparecchiatura fissa pubblica che potenzino le funzionalità degli hub, sviluppando sistemi di informazione sull’interscambio tra i servizi di mobilità pubblica (es. indicazione degli orari trasporto ferroviario e altri mezzi pubblici) e sui luoghi di interesse nelle aree circostanti il percorso (beni culturali e paesaggistici, servizi e attrezzature, attività commerciali, di ristoro e ricettive).

Per meglio sviluppare tale ipotesi progettuale i 4 Comuni intendono coinvolgere tutti quei soggetti privati (associazioni, imprese, cooperative, attività economiche, ecc.) che, per competenze, mission, esperienza, frequentazione e conoscenza del territorio possano concorrere allo sviluppo del progetto nonché, in caso di valutazione positiva del progetto da parte della Commissione Europea, alla futura gestione di alcune delle attività previste e/o alla facilitazione nella realizzazione delle stesse.
L’avviso è pubblicato sul sito del Comune di Pontassieve alla pagina http://www.comune.pontassieve.fi.it/rete-civica/avvisi-di-interesse-per-proposta-progettuale-condivisa-e-partecipata-per-la-mobilita. Le aziende interessate hanno tempo fino al 31 gennaio 2017. L’indirizzo di riferimento per l’invio del modulo di partecipazione è il seguente: comune.pontassieve@postacert.toscana.it.

“L’obiettivo principale del progetto che vede la sinergia dei 4 comuni – ha dichiarato il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini – è ottenere finanziamenti europei per realizzare nuove soluzioni che affrontino le sfide connesse alla complessità delle realtà urbane e sociali, a nuove soluzioni di mobilità. Il progetto a cui stiamo lavorando è innovativo, di qualità, ed è quindi necessario, anzi fondamentale, il coinvolgimento di associazioni, imprenditori del territorio e altri soggetti interessati. Certo, l’idea e il progetto sono fortemente ambiziosi, ma la loro concretizzazione potrebbe presentare numerose e positive ricadute in termini ambientali, economici e sociali per una parte importante del nostro territorio e per il recupero all’uso pubblico delle bellissime sponde di questa parte della valle dell’Arno”.

Rispondi