Il Comune sbaglia i calcoli: pasticcio sulla concessione del parcheggio dell’ospedale

Gli uffici del Comune di Bagno a Ripoli sbagliano il metodo di calcolo nella gara per l’affidamento della gestione del parcheggio davanti all’ospedale dell’Annunziata e devono correre ai ripari. La procedura era stata esperita nelle sedute della commissione aggiudicatrice del 22, 23 e 29 gennaio 2018. Con atto dirigenziale n. 141 dell’1 febbraio erano stati approvati i verbali di gara ed era stata proclamata l’aggiudicazione definitiva della concessione del “servizio di gestione, custodia e manutenzione dell’area a parcheggio prospiciente l’Ospedale Santa Maria Annunziata in località Ponte a Niccheri ed eventuali altri servizi minori (scassettamento parcometro Grassina e gettoniere fontanelli acqua alta qualità e rimozione veicoli in sosta)”.

Il valore stimato della concessione è di 630mila euro (Iva esclusa) per i due anni (più 6 mesi di prolungamento) previsti. Vincitrice della gara, alla quale avevano partecipato due concorrenti, era risultata la società Scaf Scarl con un punteggio totale di 89,19 (62 punti per l’offerta tecnica e 27,18 per quella economica). La Scaf avrebbe concesso al Comune un aggio del 52% sulle somme incassate. Battuta di un soffio l’offerta della società Rti Siak Superlucida che aveva ottenuto 89 punti (59 per l’offerta tecnica e 30 per quella economica), che aveva proposto un aggio per il Comune pari al 61,20% degli incassi.

Il calcolo dei punti relativi all’offerta economica, però, è risultato fatto applicando una formula superata dalle ultime modifiche sulla piattaforma Start della Regione che viene utilizzata per i bandi di gara. La Rti Siak Superlucida lo ha segnalato e la commissione aggiudicatrice, dopo essersi consultata anche con l’ufficio legale del Comune, ha ammesso l’errore. Con il metodo corretto l’offerta economica della Scaf scende ad un punteggio di 5,358, per un totale di 67,36, nettamente inferiore a quello della  Rti Siak Superlucida.

All’Amministrazione comunale non è rimasto che revocare l’aggiudicazione alla Scaf e procedere ad aggiudicare definitivamente la concessione del parcheggio alla Rti Siak Superlucida.

Rispondi