Ecografo portatile donato all’Annunziata: l’impegno di sei Rotary a favore dell’ospedale

Un ecografo portatile fa da oggi parte delle dotazioni dell’ospedale Santa Maria Annunziata di Ponte a Niccheri. L’apparecchio è stato donato da sei Rotary Club dell’area metropolitana Firenze 2 (Bagno a Ripoli, Figline Incisa Valdarno, Firenze Granducato, Firenze Valdisieve, San Casciano Chianti e Scandicci) coordinati da Giovanni Ridi, con il contributo del Distretto 2071.

L’iniziativa è stata realizzata in favore del progetto “Ecografia Bedside” finalizzato ad acquistare ecografi leggeri, trasportabili a mano come una valigetta, che permettono l’esecuzione di un’ecografia direttamente al letto del paziente in modo da  ridurre il tempo di terapia e di degenza oltre a limitare i rischi legati a procedure invasive che possono provocare complicazioni post esame.

Il direttore area medica del Santa Maria Annunziata, Raffaele Laureano

“Lo scopo dei Rotary – ha detto Ridi – è migliorare la qualità della vita delle comunità dove operiamo. La donazione dell’ecografo va in questa direzione”. “L’ecografo ormai è il sesto senso del medico – ha spiegato il direttore area medica del Santa Maria Annunziata, Raffaele Laureano. – Questo apprecchio è piccolo e maneggevole. Siamo il primo reparto ad averlo in dotazione. Servirà anche per alcuni interventi che ormai si fanno ecoguidati. Speriamo sia il primo regalo di una lunga serie”. L’assessora alla Sanità della Regione, Stefania Saccardi, ha ringraziato i Rotary per la donazione e sottolineato il lungo e costruttivo rapporto con le istituzioni: “E’ importante – ha detto – l’attenzione ai bisogni dei territori”. “I Rotary danno una mano a risolvere i problemi – ha aggiunto iIl sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini – L’ecografo sarà molto utile per la comunità locale e i pazienti dell’Annunziata, ospedale la cui qualità si sta elevando anno dopo anno”.

Il sindaco Francesco Casini

Alla donazione questa mattina erano presenti insieme ai medici e agli operatori sanitari dell’ospedale, i direttori generale e sanitario della Asl, il direttore del Dipartimento delle Specialistiche Mediche, Giancarlo Landini, il direttore sanitario del presidio ospedaliero, Lucilla di Renzo.

Giovanni Ridi del Rotary

Rispondi