Ponte a Ema, da lunedì 16 partono i lavori in via del Crocifisso: come cambia il traffico

Lunedì 16 aprile scatta l’ora X per Ponte a Ema. Inizieranno infatti i lavori di Publiacqua in via del Crocifisso che dureranno sei settimane (salvo capricci del meteo). Per la porzione di Ponte a Ema che ricade nel comune di Bagno a Ripoli sarà una piccola rivoluzione. L’intervento e i relativi provvedimenti di traffico sono stati illustrati ieri, lunedì 9 aprile, al Circolo l’Unione durante un’assemblea coi cittadini alla quale hanno partecipato il sindaco Francesco Casini, l’assessore ai lavori pubblici Enrico Minelli, il responsabile dei lavori per Publiacqua ingegner Sacha Ferretti e l’ispettore Ristori dell’Ufficio mobilità del Comune.

Da sinistra: l’ispettore Ristori, l’ingegner Ferretti, il sindaco Casini, l’assessore Minelli

I lavori saranno eseguiti in due fasi. Durante la prima fase (tre settimane) sarà chiuso il tratto di via del Crocifisso compreso tra via Campigliano e la via privata Corte Grifoni: per consentire il transito veicolare sarà reso a doppio senso di circolazione il tratto di via del Crocifisso tra via Corte Grifoni e la Coop. Durante la seconda fase (altre tre settimane) sarà riaperto il primo tratto di via del Crocifisso (con l’istituzione del doppio senso di circolazione) e chiuderà invece la seconda parte compresa tra l’incrocio con via Corte Grifoni e la Coop.

“Si tratta di un intervento, per una spesa di 110mila euro, di riorganizzazione del sistema fognario e idrico e di complessiva riqualificazione della strada  con riasfaltatura completa – ha detto il sindaco Casini, che si è impegnato anche per una “sistemata” ai marciapiedi – Vedremo se abbellire con delle fioriere, ma per la manutenzione chiederemo la collaborazione dei residenti. Durante i lavori ci saranno dei disagi soprattutto per la sosta delle auto ma si potrà utilizzare il parcheggio della Coop”. E i problemi della sosta, quella selvaggia che intasa la strada e invade il passaggio per i pedoni, è stato uno dei temi sollevati dai cittadi che hanno chiesto maggiori controlli da parte dei vigili. Il cui intervento è stato invocato anche per il fenomeno dell’ingresso in senso vietato da via Chiantigiana in via di Campigliano di molti motorini. “Useremo la telecamera mobile per beccare i trasgressori”, ha promesso l’assessore Minelli.

“Sei settimane saranno necessarie per lo scavo – ha precisato l’ingegner Ferretti – poi provvederemo agli allacciamenti per i quali, però, i disagi saranno minori. Infine sarà fatta una completa riasfaltatura della strada, magari lavorando di notte per creare meno ostacoli al traffico. Per la conclusione dell’intero intervento si prevedono quattro mesi”.

Rispondi